F.C. Amatori Riva 1994

   Home    Storia

1994

Nasce la squadra F.C. AMATORI RIVA; i colori sociali sono il rosso e il blu. Il primo campo di allenamento è un campo privato, poco illuminato, concesso dall’agricoltore Giovanni Bosco. Per giocare le partite la squadra si trasferisce nel comune limitrofo di Arignano. La prima maglia è di colore viola. L’ 8 ottobre 1994 si gioca la prima partita ufficiale: Polisportiva Meisino - F.C. AMATORI RIVA che termina con il risultato di 1-1. Il primo gol in assoluto viene realizzato da Massimo Beltramo. Per un grave infortunio in pieno splendore agonistico abbandona il gioco del calcio il talento di “Cerignola vecchia” Franco Moschetta. Franco è oggi a capo della “torcida rivese” la parte più calda della tifoseria che diventa il 12° uomo nelle partite casalinghe.

1995

Il campo di allenamento è sempre quello concesso dall’agricoltore Giovanni Bosco. Anche il campo di gioco per le partite di campionato è quello dell’anno precedente. I primi in classifica vengono battuti dall’ F.C. AMATORI RIVA 2-0. Tra gli episodi rilevanti si ricorda una rissa in campo ad Arignano scatenata dal quieto Inigo Mancini.

1996

La squadra F.C. AMATORI RIVA si toglie la soddisfazione di battere i primi in classifica (che poi diventeranno secondi) alla penultima giornata di campionato. E’ un campionato difficile con squadre molto forti. In alcune partite, nel tentativo di raddrizzare il risultato, era uso e costume discutere dell'atteggiamento da tenere nella ripresa sorseggiando non il classico the caldo, ma una buona bottiglia di limoncello sorrentino. Nelle situazioni più critiche appariva invece una tonificante acquavite veneta.

1997

Cambia il campo di allenamento: per gentile concessione del Comune di Riva presso Chieri la squadra prepara le gare di campionato nel piccolo campo della Scuola Elementare del paese. Le partite ufficiali si svolgono sempre nel rettangolo di gioco di Arignano. Anche la guida tecnica cambia: al posto di Mario D’Errico subentra la coppia Decio D’Errico – Antonio Moschetti. Marco Pavan, giocatore tra i più bravi e rappresentativi, a sorpresa lascia F.C. AMATORI RIVA per provare una nuova esperienza con le merengues del Real Riva. Ritornerà in rossoblu l'anno seguente. 

1998

Cambia ancora il campo di allenamento: si passa all’antistadio del nuovo impianto Comunale di Via Mazzetti. Il campo di gioco diviene lo Stadio Comunale di Riva presso Chieri. Dopo quattro anni di esilio ad Arignano finalmente l’ F.C. AMATORI RIVA può giocare le partite casalinghe nel proprio paese. La guida tecnica cambia nuovamente: il nuovo mister è Giuseppe Catucci. Il gruppo si consolida con l’arrivo di Fabio Forni, Giuseppe Velardita, e Giovanni Ferrero. Gabriele Minutello, contro lo Zerboni, futuri vincitori del campionato, realizza in mezza rovesciata volante il più bel gol della storia dell’ F.C. AMATORI RIVA. Il diciassettenne Graziantonio Mercadante è il più giovane calciatore ad esordire con la maglia degli Amatori.

1999

Mister Giuseppe Catucci getta le basi per il “ciclo d’oro” dell’ F.C. AMATORI RIVA. Per il primo anno il saldo fra gol fatti e gol subiti è in positivo. Giorgio Stabile nella partita di esordio con l’ F.C. AMATORI RIVA è il primo giocatore, e finora l’unico, ad aver realizzato 4 gol in una partita. Mario D'Errico è il primo giocatore nella storia dell’ F.C. AMATORI RIVA a realizzare una tripletta. C’è invece ancora molto da lavorare sul piano disciplinare: durante una rissa, in campo amico, i calciatori a soccombere sono in 3. Alcuni di essi concluderanno il pomeriggio all’ospedale.

2000

Per il secondo anno consecutivo il saldo fra gol fatti e gol subiti è in positivo. Per la prima volta l’ F.C. AMATORI RIVA si affaccia nella parte alta della classifica, lottando alla pari con tutti gli avversari. La squadra F.C. AMATORI RIVA si toglie, ancora una volta, la soddisfazione di battere i primi in classifica.

2001

L’ F.C. AMATORI RIVA vince il suo primo campionato con record storici di punti (51), partite vinte (16) e gol fatti (53). Inizia il “ciclo d’oro” di mister Giuseppe Catucci che porterà ad ottenere 2 promozioni in 3 anni. Con il risultato di 7 a 0, contro il Mercury Willy Nilly, l’ F.C. AMATORI RIVA realizza anche il record della vittoria con il maggior scarto di reti in una partita.

2002

Il solido gruppo che si è creato raggiunge, da neopromossa, il secondo posto in campionato. Perde gli spareggi di Play Off per raggiungere la categoria superiore contro l’Airone Borgaretto. Giuseppe Velardita, contro l’Isola, realizza un gol da 40 metri. Il video del gol è il primo dell’ F.C. AMATORI RIVA a comparire su YouTube.

2003

E’ l’anno della promozione nella massima serie. La stagione inizia con una novità assoluta: la società decide di portare in ritiro precampionato, ad Inverso di Pinasca e San Germano Chisone, la squadra. I benefici del ritiro hanno effetto per tutta la stagione, tanto che la squadra raggiunge i Play Off. Sia nella gara di andata, sia nella gara di ritorno, l’ F.C. AMATORI RIVA vince le partite contro il Moncalieri 2000. Il portiere Massimiliano Gobbato, a Meisino, realizza a tempo scaduto, a seguito di un calcio d'angolo, il gol del pareggio. Nel mese di maggio c’è l’esordio vittorioso nel torneo internazionale  “Trophée de la Côte d’Azur” a Cannes, contro l’A.S.V. Bruxelles.

2004

L’ F.C. AMATORI RIVA tocca l’apice del “ciclo d’oro” di mister Giuseppe Catucci, raggiungendo il terzo posto assoluto nel campionato di Eccellenza A. Anche quest’anno i benefici del ritiro precampionato, sempre ad Inverso di Pinasca e San Germano Chisone, si fanno sentire: l’ F.C. AMATORI RIVA infatti lotta per tutta la stagione per il titolo, battendo anche i futuri campioni del Selector.

2005

Dopo aver raggiunto le vette del calcio amatoriale per l’ F.C. AMATORI RIVA iniziano gli anni di declino. Mister Giuseppe Catucci si ritira, lasciano il calcio ed un vuoto incolmabile i giocatori Fabio Forni e Giovanni Ferrero, si infortunano a lungo giocatori importanti, così che la squadra si avvia ad una mesta retrocessione.

2006

Sotto la pur valida guida della coppia Giuseppe Perrucci – Daniele Travaglia, e successivamente del traghettatore Paolo Cochis, l’ F.C. AMATORI RIVA incappa nella sua seconda retrocessione, causa sempre di infortunati di lungo corso, e di una mancanza di ricambi generazionali.

2007 E’ l’anno del riscatto! Come l'araba fenice, sotto la valida guida di mister Roberto Caperrua, l'F.C. Amatori Riva risorge dalle proprie ceneri, conquistando il campionato di Eccellenza B. Molti record storici vengono battuti: maggior numero di punti: 61; maggior numero di vittorie: 18; maggior numero di gol fatti: 58. Michele Iellamo classe '54 è il giocatore più anziano di tutti i tempi ad aver indossato la casacca dell'F.C. Amatori Riva. Lorenzo Losardo, classe '86 acquistato nel mercato di riparazione di Gennaio, all'esordio con la maglia dell'F.C. Amatori Riva in 20' eguaglia il record di Mario D'Errico realizzando una tripletta. Il 29/05/2008 gli Amatori Riva celebrano la vittoria storica più ampia in casa: 8-0 contro l'Oratorio JBP Jr.
2008 C'è il clamoroso ritorno di Giuseppe "Pino" Catucci in qualità di Commissario Tecnico, a cui viene affiancato il bravo e capace Roberto Caperrua. La stagione parte bene e i risultati sono incoraggianti. A metà Campionato Giuseppe Catucci lascia la direzione tecnica a Roberto Caperrua che porta la squadra ai sfortunati Play Off persi contro il Sampigandia. Da ricordare i derby con i rivali della Rivese in cui gli Ultras danno il meglio di se con spettacoli pirotecnici. Fioccheranno per tali gesti le multe del CSI.

 

 
Tutti i diritti riservati © 2007-2012  F.C. Amatori Riva 1994
www.amatoririva.it - info@amatoririva.it

Studio Menozzi - www.studiomenozzi.it